Date/Time
Date(s) - 29/03/2019
22:00 - 23:30

Location
I Candelai


Dal 15 Marzo, “teRAPia”, il nuovo album di Picciotto è fuori ovunque. Un nuovo concept album basato sugli stati emozionali dell’essere umano. Un viaggio terapeutico-musicale pregno di sonorità trasversali che spaziano dal classic hip hop alla trap passando per ritornelli cantati e svariate collaborazioni.
Il 29 Marzo sarà l’occasione per ascoltalo per la prima volta dal vivo. Un live molto vario nel sound accompagnato da Gheesa ai controlli e da vari ospiti speciali come O’Zulù, Davide Shorty, Enzo Savastano e Simona Boo che si alterneranno al microfono con Picciotto presentando le collaborazioni fatte nell’album ed alcune sorprese.

L’ingresso alla serata E’ GRATUITO per chi avrà acquistato il disco entro il giorno prima. In alternativa si pagherà 5 euro alla porta con la possibilità di acquistare il disco a metà prezzo nella stessa serata.

SPONSOR BY :
★ FORST https://www.facebook.com/forstinsicilia/
★ B&B MAVASIA https://www.facebook.com/bbmalvasia.palermo/
★ SKIP LA COMUNE https://www.facebook.com/misterskippalermo/
★ ATTITUDE SHOP https://www.facebook.com/streetattitude13/
★ BOX TAT2 STUDIO https://www.facebook.com/boxtattoostudio/

“PICCIOTTO”

Christian Paterniti aka “Picciotto”, palermitano classe ’83.
Da 12 anni frontman del gruppo Gente Strana Posse col quale produce tre album, “La storia si ripete” (2006) con sonorità raggamuffin, “Prima della fine” (2009) decisamente più rap e “Viaggi di sabbia” (2012), il primo interamente suonato dalla band diventata espressione sonora della formazione attuale. Quasi 300 concerti all’attivo e diverse collaborazioni con gruppi come 99 Posse, Assalti frontali, Zion Train, le argentine Actitude Maria Marta e la rapper francese Keny Arkana con cui ha condiviso il palco nelle tappe del suo tour italiano. Il suo è un rap di forte denuncia sociale, nasce e si sviluppa nei centri sociali occupati allargandosi e affinandosi negli anni su vari palchi della penisola ed essendo conseguenza naturale del suo impegno sociale. Da più di dieci anni infatti si occupa di laboratori di “scrittura creativa” incentrati sul rap e di progetti di contrasto alla dispersione scolastica lavorando nelle scuole e in diversi quartieri popolari di Palermo provando a sensibilizzare i minori, ex detenuti e i giovani “drop-out” all’arte della scrittura e della musica come mezzi espressivi di forte riscatto ed emancipazione.
A Gennaio 2015 esce “Piazza Connection” il primo disco come “Picciotto”, distribuito da Irma Records e Mandibola, 16 tracce e diversi “ospiti” tra i quali O’Zulù, Murubutu, Mad Buddy, Ice One, Gheesa e tanti altri. Da allora oltre 50 concerti in giro per l’Italia e tra questi l’open guest ai live di Clementino , Manu Chao e Salmo. Sperimenta sempre di più l’arte dello “storytelling” fino a convincersi di scrivere una sorta di “concept audio-video” in chiave rap dove i personaggi di ogni canzone sono tra loro collegati dalla sottile linea di confine tra degrado e riscatto perchè è tra quel confine che “Picciotto” nasce, cresce e lavora. Ogni storia viene accompagnata da un video che presenterà, la prima “serie video-musicale rap” che è stata finanziata dalla trasversale fan-base di Picciotto attraverso una brillante campagna di Crowdfunding sulla piattaforma MusicRaiser.
Da Ottobre 2016 in tour a presentare “StoryBorderline” accompagnato da The Gold Diggers, duo di producer polistrumentisti palermitani che hanno musicato buona parte del disco e che con Picciotto sul palco propongono uno show dal forte impatto audio – visivo – emozionale. Il tour si conclude con 40 Live in 6 mesi in tutta Italia, compreso il sold out a Londra nel format “Sicilian Style” con Tinturia, Shakalab e I Percussonici e l’apertura del live palermitano di Ghali con lo special delle crew Zenit e No Border, gruppi di adolescenti formati da Picciotto tra i banchi delle scuole di Borgo Vecchio e Zen 2 con percorsi di scrittura creativa incentrati sul rap all’interno della rassegna di “Manifesta”, biennale d’arte di spicco a livello europeo che si svolge a Palermo. Nel Dicembre 2017 Picciotto diventa il primo palermitano a vincere il premio nazionale “Musica Contro Le Mafie” classificandosi al primo posto tra i 400 partecipanti con la canzone “Amarcord 2.0”. Il premio viene consegnato a Casa Sanremo in occasione dell’apertura del festival dove oltre al brano vincitore presenta l’inedito “Capitale”, primo singolo estratto dal nuovo album premiato dal Sindaco di Palermo come inno di “Palermo Capitale della Cultura 2018”. A Maggio inoltre, Picciotto si reca in Libano ad esibirsi come rapper all’interno di un progetto che lo vede protagonista di un “gemellaggio in rima” tra i ragazzi di Borgo Vecchio (quartiere dove attualmente opera) e abitanti palestinesi,siriani, iracheni e curdi dei campi profughi di Beddawi e Nar Al Bared a dimostrazione ulteriore di quanto la musica supera i confini e le distanze mentali per divenire sempre di più arma di riscatto individuale e collettivo. In quell’occasione realizza il videoclip “Come non ho fatto mai” secondo estratto del nuovo album “teRAPia” in uscita a Marzo. Per tutta l’estate Picciotto si esibisce in tour sui palchi di tutta la penisola accompagnato sia in band con “Gente Strana Posse” sia col producer Gheesa partecipando ad importanti Festival come il Carroponte a Milano, lo Sherwwod a Padova e il Newroz a Napoli ed esibendosi anche come unico guest ad apertura del tour di Caparezza.
Picciotto conclude il 2018 con la vittoria della “Pigna d’Argento” consegnatagli dall’Accademia Regionale Siciliana per il suo impegno civile,sociale e culturale.
Il 2019 sarà l’anno di “Terapia”, nuovo concept album basato sugli stati emozionali dell’essere umano. Un viaggio terapeutico-musicale pregno di sonorità trasversali che spaziano dal classic hip hop alla trap passando per ritornelli cantati e collaborazioni che hanno coinvolto Roy Paci, Shakalab, Zulù, Shorty, Enzo Savastano e Simona Boo. Produzione musicale ampia affidata a Luca Rinaudo aka “Naiupoche”, storico producer di Picciotto nonchè musicista di GenteStranaPosse a loro volta presenti in band in diversi brani dell’album, allo stile di Gheesa che lo accompagnerà in tour e a Walter Bonnot (Assalti Frontali,General Levy e Sista Awa) che oltre a curare alcuni arrangiamenti ha definito il mastering del progetto impreziosito dalle grafiche illustrative del palermitano Prenzy e dai videoclip di prossima uscita curati dal video maker romano Matteo Montagna.53498388_2252180685030479_6554361986254110720_o